ITA / ENG

News

9 Gennaio 2019

Niente contanti: nella Capitale i servizi anagrafici si pagano con carta

Niente più contanti. Il Campidoglio ha annunciato che dal primo di gennaio  sarà possibile pagare esclusivamente tramite Pos, quindi bancomat, carta di credito o prepagata i servizi resi dagli uffici anagrafici; questo consentirà tra l'altro di diminuire i tempi allo sportello. 

Anno nuovo vita nuova insomma. Il 31 dicembre 2018 è stato l'ultimo giorno in cui era possibile pagare i servizi nella doppia modalità Pos o contanti. Tale data ha decretato quindi la cessassione delle interminabile code agli uffici comunali, veri e propri gironi danteschi per molti cittadini. La nuova modalità di pagamento è stata istituita per garantire una maggiore efficienza, trasparenza contabile e maggior controllo dei procedimenti, spiega il Campidoglio . L'eliminazione del contante e l'introduzione dei soli pagamenti elettronici consentirtà infatti un maggior controllo su gli incassi.

Una ragione non secondaria che ha portato a tale decisione è legata al risparmio delle risorse pubbliche ottenibile grazie al passaggio a questo nuovo modello. Rendicontare, custodire e contabilizzare somme anche ingenti di denaro contante produceva un sovraccarico di costi a carico della tesoreria. 

Il cambiamento nelle abitudini dei cittadini non passerà inosservato. Il Campidoglio è convinto che con la collaborazione di tutti i cittadini questa manovra porterà a snellire le incessanti file agli sportelli. Far capire che i pagamenti online comportano un notevole risparmio di tempo, spese superflue e maggiori controlli sulle transazioni è diventata la nuova missione della Capitale.