ITA / ENG

Comunicati Stampa

26 Febbraio 2019

C4DiP, fine dei saldi: “Consumatori avete 14 giorni per restituire il prodotto acquistato on line”

Milano, 26 febbraio – Con la fine dei saldi invernali emerge la problematica relativa alla gestione dei resi, questione che diviene ancora più importante quando l’acquisto è stato fatto online. Secondo i dati di Consumers for Digital Payments (C4DiP) – la coalizione di associazioni di consumatori formata da Movimento Difesa del Cittadino, Asso-consum, U.Di.Con – circa il 10% degli italiani rispedisce allo store i prodotti acquistati via e-commerce.

“Il fenomeno del “reso” è in diminuzione – commenta Francesco Luongo, Presidente di C4DiP – complice una campagna di informazione più oculata da parte degli store online e una maggior attenzione dei consumatori. Tuttavia, è bene ricordare che il cittadino ha sempre diritto a reclamare nel caso di prodotto danneggiato o non conforme e il venditore ha l’obbligo di eseguire la riparazione o provvedere alla sostituzione della merce. E qualora non fosse possibile, il retailer ha il dovere di applicare un’ulteriore riduzione del prezzo o restituire in toto quanto pagato. In caso di prodotti non richiesti, il consumatore non deve mai pagare nulla. Inoltre, per l’e-commerce ed i contratti negoziati fuori dai locali commerciali, si hanno a disposizione 14 giorni dalla consegna del prodotto per ripensarci e restituire quanto acquistato”.

Per limitare il fenomeno del reso, gli store online possono adottare qualche semplice accorgimento:

  • rendere agevoli, chiari e trasparenti i pagamenti;
  • velocizzare i tempi di consegna, dato che aumentando l’attesa aumenta anche la possibilità che il prodotto venga restituito;
  • scrivere descrizioni sempre più dettagliate dei prodotti allegando le foto, soprattutto nel caso in cui si tratti di prodotti usati.

“Gli acquisti online rappresentano una naturale evoluzione del commercio – precisa Luongo – Tuttavia, spesso può essere complicato per i consumatori rimandare il prodotto al mittente e non è raro trovarsi di fronte a richieste di denaro per cambiare il prodotto acquistato. Questo è assolutamente illegittimo, in quanto, così come per qualsiasi acquisto, anche per l’online il consumatore ha diritto a rimandare indietro un prodotto non conforme ed in più ha la possibilità di ripensarci entro 14 giorni come previsto dal Codice del Consumo”.

C4DiP in sintesi: Consumers For Digital Payments (C4DiP) è un’iniziativa del Movimento Difesa del Cittadino, Asso-consum e U.Di.Con per informare i consumatori e per promuovere i pagamenti elettronici. La coalizione si pone l’obiettivo di sensibilizzare le Istituzioni italiane ed europee, e i cittadini, sulla sicurezza e i vantaggi dell’utilizzo della moneta elettronica.

 

Contatti stampa – C4DiP

Ernesto Bonetti – ernesto.bonetti@closetomedia.it

Luigi Borghi – luigi.borghi@closetomedia.it

Marcello Di Giaimo – marcello.digiaimo@closetomedia.it

Alberto Selvatico –alberto.selvatico@closetomedia.it

Tel – 02 70006237